La Pagina di Pietro - Circeo - Storia e Leggenda

Storia e Leggenda del Circeo
Vai ai contenuti

La Pagina di Pietro

Pietro Racconta...

Le storie di vita vissuta raccontate dagli anziani, mi hanno sempre incuriosito e affascinato, sin da quando ero piccolo, ascoltavo vicende per me incredibili, quasi irreali. Ancora oggi ho interesse per queste vicende delle quali riesco a cogliere l’aspetto storico – sociale e il valore antropologico. Roberta Mazzoni in Scrivere ritiene che il bisogno di ascoltare storie "sia scolpito nella natura umana quanto quello di mangiare amare sognare" e, secondo Edward Morgan Forster, già l’uomo di Neanderthal ascoltava storie, a giudicare dalla forma del suo cranio. L’uditorio primitivo era un uditorio di teste arruffate raccolto a bocca aperta intorno ad un falò da campo, sfinito dalla lotta contro i mammuth o i rinoceronti lanosi e tenuto sveglio dalla suspance. E poi cosa sarebbe successo?
Pietro Capponi
Il ragazzo e la Madonnella (un racconto inquietante)

narrato da Paolino Capponi

La MadonnellaQuando eravamo bambini nostro padre ci narrava una storia che si era svolta proprio quando lui  era bambino. Come mio padre  tanti altri genitori  la narravano ai propri figli e ai propri nipoti fino agli anni 60. Si racconta che una volta all'inizio del 1900 dei bambini stavano  giocando a MUCCHIETTO proprio  vicino la chiesetta della Madonnella,in  piazzale San Francesco. Il  gioco (simile a quello delle tre carte )  consisteva nel mettere una moneta in un mucchietto di  farina o di terra  o di qualcos'altro  e i giocatori dovevano indovinare dove fosse la  moneta. Un ragazzo ,(fratello di un certo non  identificato Titta ) dopo aver perso  più di qualche volta si  adirò e  se la prese con la Madonnella e imprecando scaglio'  un  sasso verso la  chiesetta .Il racconto narra che in  seguito a quel gesto il  braccio  del ragazzo rimase paralizzato e dopo qualche  giorno il ragazzo morì Questa storia inquietante tramandata da tutta la popolazione negli anni  ha tenuto i bambini del paese lontano dalla chiesetta nonostante il suo  straordinario fascino e la sua ricchezza artistica. Ci sono paesani che  non l' hanno mai visitata e se non fosse per la cura della anziana  Eva  Calisi ,la Chiesetta cadrebbe in uno stato  di assoluto abbandono. L'"unico rito che si celebra nella piccola chiesetta è il rosario con le  sue preghiere che EVA CALISI  con sua inseparabile amica Vera Maiolati  recitano nel mese mariano  di maggio.

20 marzo 2019
Racconti precedenti:
Il Ragazzo e la Madonnella

Quando eravamo bambini nostro padre ci narrava una storia che si era svolta
proprio quando lui  era bambino. Come mio padre  tanti altri genitori la narravano ai propri figli e ai propri nipoti fino agli anni 60. [leggi]


20 marzo 2019 | Aggiornamento n.1.01
Torna ai contenuti