Torri Costiere del Circeo - Generalità - Circeo - Storia e Leggenda

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Torri Costiere del Circeo - Generalità

Torri Costiere

Le torri edificate a difesa del promontorio del Circeo sono in tutto 6, delle quali solo una conserva la struttura originaria (Torre Paola) mentre le altre sono state riedificate o pesantemente restaurate, una di esse giace attualmente allo stato di rovina e ne rimane solamente il basamento (Torre Moresca).

L'ordine di costruire le prime torri fu impartito per contrastare le continue incursioni dei pirati saraceni da Papa Pio IV (1559-1565) il quale con un breve del 1562 delega i signori di Sermoneta e San Felice di costruirne le prime quattro (Paola, Fico, Cervia e Moresca). Nell'Archivio Caetani esiste il Breve di Pio IV nel quale si può leggere:

"(Roma 8 gennaio 1562) Super constructione turrium ad Montem Circejum... Non senza grave angoscia d'animo, considerando quante numerose e quanto frequenti calamità, iattura e danno i pirati turchi e africani abbiano apportato non solo ai naviganti e ai mercanti, che trasportano generi alimentari ed altre merci necessarie all'Alma Urbe, ma anche agli altri cristiani che navigano da ogni parte il nostro mare, i quali, catturati ogni giorno e depredati delle loro merci, o vengono uccisi e gettati in mare o vengono condotti, infelici, come schiavi nelle lontane prigioni della Barbaria e della Turchia... vi ordiniamo di costruire a vostre spese (Nicolò e Bonifacio Caetani) una torre di difesa presso il Lago di Paola, un'altra sulla rupe del Fico, un'altra alla Cala Cervia e una quarta alla Cala Moresca o Concolino, tutte idonee ad accogliere guarnigioni di soldati".

Torre Vittoria sorse invece nel terzo decennio del secolo XVII mentre quasi contemporamente la vecchia Torre Olevola fu abbattuta per edificarne una nuova più capiente ed efficiente.

Il diametro delle torri varia dai 7,50 a 9 metri e l'altezza dai 12 ai 15 metri. Con base a "scarpa" senza aperture, erano sormontate da due piani e dalla "piazza d'armi", con coronamento a beccatelli e caditoie, protette dallo "scudo". L'ingresso veniva posto al primo piano e vi si accedeva a mezzo di un ponte levatoio.

Le quattro torri alla base del Promontorio sono di forma rotonda, quelle di pianura a base quadrata o rettangolare, orientate con uno spigolo verso il mare, i modo di offrire maggior protezione alle cannonate provenienti dal naviglio nemico.

Le torri furono costruite a spese dei Caetani, ma il munizionamento e il mantenimento delle guarnigioni erano a carico dello Stato Ecclesiastico.

Dislocazione delle torri nel Promontorio Circeo

Le sei torri nel dettaglio

Mappe antiche delle torri

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu