Grotta delle Dieci Camere - Circeo - Storia e Leggenda

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Grotta delle Dieci Camere

Nei pressi dell'Oliveto Baronale, nel versante orientale del promontorio, si ereggono i ruderi di una villa romana [foto] che riceveva l'acqua dalla cisterna più a monte, detta Grotta delle Dieci Camere. Dopo la sconfitta dell'88 a.Cr. i veterani di Mario, dedotti poco prima al Circeo forse dal padre di Giulio Cesare, furono uccisi o scacciati dalle loro terre che furono confiscate, in tutto, o in parte, e ridistribuite ai 120.000 veterani di Silla. Proprio in questo periodo si nota una grande proliferazione di costruzioni sul promontorio ed quindi probabile collegare la villa, e la cisterna adiacente, a quel periodo storico.

"La struttura (...) è a due ambienti paralleli, a volte reali, divisi ciascuno in cinque piccoli scompartimenti (larghi m.2,10, lunghi m.3,40, alti al centro della volta m.2,70) da arcate continue di sostegno. La conserva è orientata nel senso est-ovest. Il serbatoio nord ha il primo vano crollato. Nell'ultimo vano del serbatoio sud, quasi presso l'angolo sud-ovest, è il pozzetto di alimentazione [foto], ben conservato, a cui doveva immettere un piccolo canale artificiale che convogliava l'acqua piovana. Sembra che i due serbatoi non comunicassero tra loro. Tutta la conserva è però molto lesionata ed è pericoloso visitarla. Né l'Ashby né il Lugli la conobbero, certamente per la boscaglia che la nascondeva, né conobbero i resti della villa [foto]. (Lanzuisi)."

Una delle bellezze archeologiche del Circeo rischia addirittura di crollare, anche se non è il solo problema che affligge gli storici monumenti del promontorio. La grotta delle Dieci Camere sta infatti facendo i conti con il tempo e gli agenti atmosferici. La cisterna "soffre" di infiltrazioni d’acqua ed è intaccata dalle radici degli alberi Le arcate di sostegno, come si vede dal confronto delle foto, sono alle prese con ripetuti distacchi.



Galleria immagini

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu