Colombario - Circeo - Storia e Leggenda

Vai ai contenuti

Menu principale:

Colombario

Storia

Le terme di Torre Paola. Un fortunato ritrovamento.
Questo interessante complesso venne ritrovato per caso, nel corso dei lavori di sistemazione stradale effettuati dal Consorzio di Bonifica di Piscinara negli anni della bonifica. E’ costituito dai tre ambienti comunicanti caratteristici degli impianti termali: un apodyterium, un calidarium e un laconicum, i primi due ricoperti con volta a botte, il terzo con volta a tholos (pseudo - volta).

La decorazione a mosaico, caratterizzata da una fascia perimetrale nera e tessere piuttosto regolari, quadrate con lato di 1 cm, insieme alla decorazione parietale che ripropone partiti architettonici non perfettamente leggibili, rimanda a un generico periodo tardo-repubblicano. Una tale cronologia si adatta perfettamente con i materiali ceramici rinvenuti nei dintorni.

Il complesso potrebbe appartenere a un modesto impianto pubblico oppure a una sontuosa domus privata. Solo la prosecuzione degli scavi potrà risolvere questa interessante problematica.

Porto Canale Paola

Lucio Faberio Murena e l'Iscrizione 6428



Questa iscrizione, trovata verso il 1840 nella zona di Torre Paola, in vicinanza dell'emissario, era dapprima a San Felice "pro limine casae rusticae" (Mommsen), come "soglia di una casa di campagna", fu poi trasportata a Terracina e fece parte della Collezione Antonelli, da cui è passata al Museo Civico locale.
Originariamente forse era murata sulla parete di uno dei moli del canale o anche sul muro di contenimento della sponda destra. Il Bianchini pensa che "dovesse essere apposta sull'epistilio dell'ingresso alla costruzione fatta eseguire da Faberio", cioè su un ipotetico architrave.


L.(ucius) FABERIUS C - (ai) F - (ilius) POM(ptina[tribu]) MURENA
AUGUR IIII
(quattuor) VIR AED(ilis)
AQUA
(am) QUAE FLUEBANT EX LACU
CONLEGIT ET SALIENTEM IN LACU
(m) REDEGIT
D
(e) S(ua) P(ecunia) F(aciundum) C(uravit)


C.I.L. 6428. LUCIO FABERIO MURENA, magistrato di Circeii: servendosi dell'alta e bassa marea e con lavori di arginatura e di consolidamento del canle (di Paola), ha regolato il flusso e riflusso dell'acqua nel Lago.

(De Ruggiero:2116)


18 maggio 2013 | agg.8

Realizzazione fotografica: Carlo Gallone

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu