Le torri costiere in azione (sintesi 1593-1620) - Circeo - Storia e Leggenda

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le torri costiere in azione (sintesi 1593-1620)

Storia

Anno 1593, la guarnigione di Torre Moresca viene accusata di connivenza con il brigante Aguzzetto e la sua banda. All'invio del "bargello di campagna", che doveva arrestare i colpevoli, il caporale della torre, che era stato preventivamente avvisato, fuggì a Gaeta mentre le guardie della Moresca puntarono le armi contro il bargello. Una volta arrestati, con non poca difficoltà, i torrieri vennero perdonati da Clemente VIII il quale venne a conoscenza del favoreggiamento del Duca Pietro Caetani di Sermoneta. (Domus Caetana).

Anno 1604, una barca inseguita da due navi turche trovò rifugio sotto la Torre Paola. La torre cannoneggiò i turchi costringendoli a fuggire con le navi gravemente danneggiate.

Anno 1620, la guarnigione di Torre Paola si imbattè in 15 persone intirizzite che si aggiravano sulla spiaggia in cerca di un riaparo. Si trattava di marinai salvatisi a nuoto in seguito al naufragio della loro imbarcazione. Portati a Sermoneta ed interrogati dichiararono di essere Greci di Santa Maura e quindi liberati.

Bargello di campagna: magistrato dell'età comunale che comandava le truppe di polizia oppure il palazzo in cui risiedeva tale magistrato e il carcere in cui si rinchiudevano gli arrestati.

agg.1 16.10.2003

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu